Cerca nel blog

Centro Studi 'Hrand Nazariantz'

intende contribuire a:
1) diffondere la conscenza dell'opera di Hrand Nazariantz (Üsküdar 1880 ? - Bari 1962).
2) ampliare la conoscenza della cultura letteraria, artistica, musicale del Vicino Oriente Europeo e Asiatico.

info: centrostudihrandnazariantz@gmail.com

Translate

20180916

Sindaco Armeno di Lione riceve la Legion d'Onore



Georges Képénékian, sindaco di Lione di chiara origine armena e attivo componente della locale comunità armena, venerdì 7 settembre 2018 è stato insignito della insegne di Cavaliere della Légion d'honneur, altissima onoreficenza della Repubblica Francese. 
La Cerimonia è avvenuta nelle sale del Municipio di Lione alla presenza di Gerard Collomb, suo predecessore e attuale Ministro dell'Interno della Repubblica Francese.
Il provvedimento era stato emesso con decreto del Presidente del Presidente Emmanuel Macron nel dicembre 2017. 
Georges Képénékian ha ricevuto le insegne di Cavaliere, dalle mani di Alain Mérieux, presidente dell'Institut Mérieux.
L'Alta onoreficenza era stata concessa su proposta del Ministero della Solidarietà e della Salute ed è stata motivata dallo zelo con cui Képénékian ha prestato servizio per 43 anni come medico chirurgo - allievo di Pierre Marion, pioniere del cuore artificiale - infine come dirigente medico del reparto di urologia dell'ospedale St. Joseph/San Luc. 
Il sindaco di Lione ha ricordato la sua infanzia immigrato armeno nel distretto 8, prima che il suo figlio più piccolo recasse sua decorazione con cui è stato investito. 
Anche il Centro Studi Hrand Nazariantz si congratula con il sindaco dott. Georges Képénékian per l'onoreficenza ricevuta e confida di incontrarlo presto di persona.

20180915

Bilancio della Visita della Autorità Armene in Puglia

Foto di gruppo con alcuni rappresentanti della Comunità Armena di Bari

Il bilancio della visita ufficiale delle autorità armene in Puglia può dirsi pienamente soddisfacente. Era iniziato lo scorso sabato con l'arrivo all'areoporto di Brindisi del Ministro della Cultura della Repubblica di Armenia prof.ssa Lilit Makunts e contestualmente da Roma dell'Ambasciatrice Straordinaria e Plenipotenziaria della Repubblica di Armenia in Italia avv. Victoria Bagdassarian accompagnata dal Console Aghvan Ayvazyan

Michele Del Vecchio, Carlo Coppola, Angela Rutigliano Boloyan, Kegham J. Boloyan, Rupen Timurian

Così scrive il Ministero della Cultura della Repubblica di Armenia:

Lilit Makunts, Ministro della Cultura, nel quadro della cooperazione culturale bilaterale è stata in Italia a Tricase dove, accolta dal sindaco Luigi Carlo Chiuri su invito di Luigi Campanile, Direttore del Salento International Film Festival, ha partecipato alla serata di chiusura della 15° edizione del Festival. 
Nell'ambito dell'evento, l'Orchestra Narekatsi Folk Instruments proveniente dall'Armenia, fondata e diretta da Artem Khachatur ha tenuto un programma di concerti.
Durante la sua missione in Italia, Lilit Makunts ha incontrato le autorità locali, una serie di personalità culturali e rappresentanti della comunità armena d'Italia.
Sono state discusse questioni relative alla cooperazione culturale tra Armenia e Italia, nonché questioni relative alla partecipazione di gruppi armeni e di singoli artisti in festival internazionali in  programma in Italia.

Così scrive il Ministero degli Esteri:


Rupen Timurian, Dario Rupen Timurian, il Magnifico Rettore Eugenio Di Sciascio, l'Ambasciatrice Bagdassarian e il Console Ayvazyan.
l'Ambasciatrice Bagdassarian e il Console Ayvazyan con il Prefetto Marilisa Magno

Dall'08 all'11 settembre l'Ambasciatrice armena in Italia, Victoria Bagdassarian, ha effettuato una visita di lavoro nella Regione Puglia.
Durante la visita, l'Ambasciatrice ha incontrato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il Prefetto di Bari Marilisa Magno, il Sindaco di Bari Antonio Decaro, il Rettore del Politecnico di Bari Eugenio di Sciascio, con i rappresentanti della comunità.
Grazie alla rappresentanza attiva della comunità armena nella Puglia e ai legami storicamente stretti, tutti gli incontri si sono svolti in una speciale atmosfera calda. Sono stati raggiunti accordi per prendere provvedimenti concreti finalizzati ad attivare contatti economici e culturali.
La Signora Bagdassarian ha partecipato insieme al Ministro della Cultura Lilit Makunts, nella città di Tricese, alla cerimonia di chiusura della 15° edizione del Salento International Film Festival, in cui per l'occasione si è tenuto un concerto della Narekatsi Folk Instruments Orchestra.

Anche la Regione Puglia da suo sito così celebra l'incontro tra l'Ambasciatrice e il Presidente Michele Emiliano: 


l'Ambasciatrice Bagdassarian e il Presidente Emiliano, al termine dell'incontro.
"Noi siamo sempre stati onorati di avere tra i nostri concittadini una comunità armena di straordinario valore, che ha saputo non solo vivere con noi momenti difficili, come la fine della seconda guerra mondiale e più in generale l'arrivo di questi nostri fratelli che sono stati accolti con grande attenzione e sono diventati parte della nostra comunità".
Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a margine della visita ufficiale di questa mattina, presso il padiglione istituzionale della Fiera del Levante, dell'Ambasciatrice della Repubblica d'Armenia in Italia, S. E. Victoria Badgassarian.
"Noi - ha proseguito il Presidente Emiliano - abbiamo sempre sostenuto la causa armena: qui a Bari esistono tracce di questa antica amicizia. C'è quindi un sentimento, prima ancora che un interesse di natura economica. Dopodiché, sappiamo che l'Armenia in questo momento può essere un punto di riferimento per le nostre aziende. È uno stato democratico ed è uno stato dove il principio di legalità è sempre rispettato. Da questi presupposti, pensiamo che si possano provare operazioni commerciali non solo con l'Armenia, ma anche con i paesi vicini con i quali l'Armenia saputo intessere con saggezza pacifiche e fertili relazioni. L'Armenia, peraltro, è una comunità dove uomini e donne sono sullo stesso piano e per noi questo è sempre stato un elemento fondamentale. Anche l'imprenditoria femminile è ben accolta in Armenia, quindi noi speriamo, tramite la rappresentanza consolare stabile qui a Bari, di poter rafforzare questo rapporto che, ripeto, è innanzitutto sentimentale, ma può diventare anche economico".
"La visita di oggi - ha sottolineato l'Ambasciatrice Badgassarian - mira a rafforzare le relazioni tra Puglia e Armenia. La Puglia è sempre stata vicina al nostro paese. Abbiamo una storia comune millenaria che abbiamo condiviso. Mi auguro che già nei prossimi mesi potremmo avviare tanti progetti, soprattutto nel settore agricolo. L'Armenia oggi rappresenta un ponte importante per il mercato euroasiatico".
La delegazione ospite era formata da S. E. l'Ambasciatrice Victoria Badgassarian e dal Console dell'Ambasciata Armena Aghvan Ayvazyan. All'incontro hanno partecipato Domenico La Forgia, Direttore Dipartimento Sviluppo Economico e Maria Luisa Losavio, Rapporti Internazionali Technical Assistance.

20180912

L'Ambasciatrice Armena incontra il Presidente Emiliano

Un momento del piacevole incontro tra l'Ambasciatrice Bagdassarian e il Presidente Emiliano.
Con l'incontro con la Fondazione Teatro Petruzzelli e Teatri di Bari si è conclusa la Visita Ufficiale di due giorni a Bari di S.E. l'Ambasciatrice Victoria Bagdassarian, accompagnata nel capoluogo pugliese dal Console Aghvan Ayvazyan
Si è trattato di un dono alla comunità armena e un'ottima maniera di promuovere ai più alti livelli i positivi cambiamenti che dall'08 maggio a questa parte hanno rivoluzionato piacevolmente la Repubblica di Armenia.
Ieri mattina l'Ambasciatrice ha avuto modo di incontrare dapprima il Presidente della Puglia dott. Michele Emiliano da sampre grande amico del popolo armeno. 
Ulteriore flash dell'incontro tra il presidente Emilano e l'Ambasciatrice Bagdassarian
Era la prima volta che l'Ambasciatrice incontrava il Presidente della Regione. Ma si è trattato di un approccio franco e diretto, volto alla personale epidermica simpatia, amicale, per quanto questi termini possano essere confacenti alle relazioni internazionali in ambito istituzionale. 
Gli interlocutori hanno ricordato i rapporti tra le due nazioni e come la Puglia sia stata, già alla metà degli anni Novanta, una delle prime Regioni d'Italia a stabilire rapporti di partnership con una unità politica amministrativa della Repubblica di Armenia, in particolare la regione del Kotayk. Il Presidente Emiliano ha, inoltre, ricordato i millenari rapporti tra le due regioni e in particolare quelli di caratteri personale con alcuni esponenti della comunità armena locale e nazionale. L'Ambasciatrice e il Presidente hanno ampiamente convenuto sulla necessità di aprire forme di partenariato a tutti i livelli. Infine i rappresentanti della comunità armena di Bari presenti hanno sottolineato - come già auspicato in varie sedi dall'Ambasciatrice - l'importanza di un incontro personale tra Michele Emiliano e il Varjapet Nikol Pashinyan: due di lottatori determinati, amanti del bene e del bello e scienziati della politica e affabulatori onesti. Al termine dell'incontro le parti hanno espresso viva soddisfazione. 
S.E. l'Ambasciatrice Straordinaria e Plenipoternziaria della Repubblica d'Armenia in Italia Victoria Bagdassarian e il Console Aghvan Ayvazyan assistono alla presentazione con tecniche della realtà aumentata presso il Museo Archeologico di Santa Scolastica. 

Successivamente la giornata è proseguita in tre ulteriori tappe. Un incontro presso il Museo Archeologico di Santa Scolastica dove è stato mostrato a Sua Eccellenza e al Console Ayvazyan parte del percorso museale, in special modo la zona dotata di un importante presentazione che usufruisce delle tenciche della Realtà Aumenta. A seguire la delegazione ha fatto tappa al Teatro Petruzzelli di Bari dove è stata abilmente racconta la storia del teatro e le molteplici vicissitudini vissute dallo stesso nel corso degli anni. Sono stati illustrati anche gli elementi decorativi mancanti e le principali tecniche di restauro utilizzate. Sua Eccellenza Bagdassarian, raffinata conoscitrice dell'Opera Lirica, ha commentato con sicura competenza aspetti dell'architettura teatrale, e mostrato apprezzamento per le scelte dei titoli in programma nel cartellone della Stagione 2018/2019.  
Dopo una breve pausa pranzo la visita ufficiale si è conclusa con l'avvio verso l'Aereoporto di Bari dove Sua Eccellenza e il Console hanno continuato a lavorare indefessamente, anche in attesa dell'areomobile che li ha ricondotti a Roma.  
La comunità di Bari è stata onorata e commossa della presenza dell'Ambasciatrice e del Console e ha posto il suo Cuore sul loro cuore. 
Durante tutta la visita, Sua Eccellenza, salutando coloro che ha incontrato, ha avuto per tutti una parola buona, un momento di empatia, ha assegnato compiti e dato consigli su come condurre la vita comunitaria, sempre aggregando e mai dividendo, con pazienza e amore.
L'Ambasciatrice si è fatta pienamente portavoce del cambiamento in Armenia, ha abbracciato gli amici baresi invitando a proseguire il loro impegno "Con Coraggio!", proprio come suggerisce il motto della rivoluzione di Nikol Pashinyan, Varjapet di Tutti gli Armeni. Da ieri tutti gli Armeni e gli amici del popolo armeno sono ulteriormente portati a prendere atto delle parole "Hayer jan, Duxov"!!!

20180911

Bagno di Folla per l'Ambasciatrice Bagdassarian a Bari



Nel pomeriggio di ieri alle 17.30, al termine della visita al Castello Normanno Svevo, S. E. Victoria Bagdassarian ha onorato della Sua presenza la comunità Armena di Bari. 
L'Ambasciatrice ha raggiunto la comunità Barese presso la sede congiunta del Centro Studi e Ricera di Orientalista - Centro Studi Hrand Nazariantz, due associazioni che, pur collaborando attivamente e fraternamente da anni, hanno trovato nelle scorse settimane un'intesa per la nascita di un nuovo soggetto associativo per il futuro.
Con i saluti di Kegham BoloyanRupen TimurianDario Rupen TimurianCosma Cafueri e Carlo Coppola, l'Ambasciatrice ha pronunciato un appassionato discorso di saluto e ringraziamento per le attività che la comunità barese svolge da anni, riconoscendo in Bari e nella Puglia un pilastro della diaspora italiana non solo nell'antichità, ma anche nella modernità e certamente nella contemporaneità. 

 Dopo un momento di commozione personale, sostenuta dal calore dei presenti, che hanno avuto modo di apprezzarne le qualità umane e professionali, nella seconda parte della Sua prolusione, S.E. Bagdassarian e ha esposto ai presenti le linee guida della politica estera e interna del Governo Armeno presieduto dal Varjapet Nikol Pashinyan. Ha raccontato della pacifica Rivoluzione di Velluto, e commossa ha ricordato le qualità del Suo popolo. La platea è risultata altrettanto sensibilmente partecipe: motivi personali legati alla propria identità diasporica, si sono fusi al giubilo per la così importante visita, attesa, desiderata e programmata durante gli ultimi due anni. 
Erano presenti anche esponenti della comunità rumena, nella persona di dott.ssa Simona Dobrescu, e italiana di Smirne scmpata all'incendio del 1922, rappresentata dall'avv. Paolo Scagliarini e consorte.
L'Ambasciatrice Victoria Bagdassarian stringe la mano e saluta ad uno ad uno tutti i presenti
Sorpresa di paticolare interesse è consistita nell'annuncio della concessione al prof. Carlo Coppola della Cittadinanza Onoraria della Repubblica di Armenia con Decreto del Presidente della Repubblica d'Armenia Armen Sarkissian
Al termine dell'incontro l'Ambasciatrice ha tagliato la torta recante l'immagine delle due bandiere incrociate - Italiana e Armena - e la scritta "Benvenuta Ambasciatrice". 
Sua Eccellenza si è concessa a fotografie e domande. Per ciascuno  dei presenti ha trovato un sorriso, una parola affettuosa, una risposta a qualche istanza. Ove non è stato possibile a causa della fittissima agenda, ha garantito il proprio interessamente a stretto giro.
Con uguale affetto è stato accolto il Console Aghvan Ayvazyan,  che ha conversato perfettamente con tutti in lingua italiana. Anche coloro che non avevano avuto modo prima d'ora di conoscere le qualità umane e professionali dell'Ambasciatrice e del Console ne sono rimasti piacevolmente affascinati. La Comunità barese spera di ritrovare presto la Sua Ambasciatrice.

Prima parte della visita a Bari dell'Ambasciatrice Bagdassarian a Bari

il dott. Dario Rupen Timurian, S.E. l'Ambasciatrice Victoria Bagdassarian, il Decano degli Armeni di Puglia Rupen Timurian, il Console Aghvan Ayvazyan con il sindaco di Bari Antonio Decaro
prof. Carlo Coppolail dott. Dario Rupen Timurian, S.E. l'Ambasciatrice Victoria Bagdassarian, il Decano degli Armeni di Puglia Rupen Timurian, il Console Aghvan Ayvazyan
il dott. Dario Rupen Timurian, S.E. l'Ambasciatrice Victoria Bagdassarian, il Decano degli Armeni di Puglia Rupen Timurian, il Console Aghvan Ayvazyan.

Ieri Mattina alle ore 10.30, durante la prima parte della Sua visita ufficiale a Bari, S. E. Victoria Bagdassarian, l'Ambasciatrice della Repubblica di Armenia in Italia, ha incontrato il Sindaco di Bari Antonio Decaro
Il sindaco ha accolto, in un clima di grande cordialità, la delegazione italo-armena guidata dall'Ambasciatrice, accompagnata dal console dott. Aghvan Ayvazyan e da alcuni esponenti della comunità barese. 
Le parti hanno ricordato i momenti degli incontri bilaterali  precedenti, ad ogni livello intercorsi nel passato e hanno lanciato nuove prospettive per il futuro. Hanno auspicato di trovare positivi punti di incontro in ambito culturale, politico, economico e sociale, sempre più forti e rilevanti soprattutto alla luce dei recenti cambiamenti operati in Armenia. 
Il Sindaco di Bari era accompagnato nell'incontro dal Consigliere Giuseppe Cascella, presidente della commissione Culture e Sport del Comune di Bari e dall'on. Vito Leccese, Capo di Gabinetto. 
Successivamente ha avuto luogo un incontro con il Magnifico Rettore del Politecnico di Bari prof. Eugenio Di Sciascio, il quale ha espresso viva simpatia per la Repubblica di Armenia, per la sua storia e la sua cultura, e il desiderio di visitarne il variegato territorio.
Al termine la delegazione si è recata in visita al Prefetto di Bari S.E. dott.ssa Marilisa Magno. Al saluto istituzionale fra le rappresentanti dei due governi si è aggiunta la breve, colta ed energica rilessione sul ruolo della donna ai vertici delle istituzioni. Anche Sua Eccellenza il Prefetto ha espresso viva simpatia per la Repubblica d'Armenia e apprezzato i caratteri di solarità e determinazione e competenza della suoa interlocutrice.
S.E. l'Ambasciatrice Victoria Bagdassarian saluta cordialmente
S.E. il Prefetto di Bari dott.ssa Marilisa Magno

20180910

Visita dell'Ambasciatrice Bagdassarian a Bari

Avrà inizio questa mattina con l'incontro con il sindaco Antonio Decaro la visita ufficiale di S.E. Victoria Bagdassarian Ambasciatrice Straordinaria e Plenipotenziaria della Repubblica di Armenia in Italia. 
A seguire l'ambasciatrice incontrerà il Prefetto di Bari S.E. dott.ssa Marisa Magno
L'Ambasciatrice presenzierà nel pomeriggio di oggi ad una manifestazione presso la comunità armena pugliese. Nel corso della giornata l'Ambasciatrice avrà modo di visitare il Castello Normanno Svevo di Bari ospite della arch. Rosa Mezzina e il Politecnico di Bari insieme al Magnifico Rettore Chiar.mo prof. Eugenio di Sciascio.
Nei due saranno introdotti alla rappresentante della Repubblica armena in Italia, esponenti della cultura, dell'imprenditoria Pugliese desideroso di conoscere l'Armenia e prendere contatti con essa. 
Questa mattina, muovendo da Tricase (LE) dove ha assistito al concerto della Naregatsi Orchestra, Sua Eccellenza Bagdassarian ha iniziato a lavorare molto presto con grande efficienza e competenza, organizzando anche a distanza l'amministrazione dell'ambasciata, il lavoro dei suoi collaboratori e la programmazione dei futuri eventi. 
L'Ambasciatrice Bagdassarian è accompagnata nella visita ufficiale dal Console Aghvan Ayvazyan.

20180909

9/10 settembre 2018 due storici eventi per gli Armeni di Puglia

La Comunità Armena della Puglia si prepara a vivere nei prossimi due giorni due eventi eventi di grande portata storica e culturale.

Tricase (LE)– 9 Settembre 2018




Il Ministro della Cultura della Repubblica di Armenia prof.ssa Lilit Makunts, l'Ambasciatrice Straordinaria e Plenipotenziaria della Repubblica di Armenia di Italia S.E. avv. Victoria Bagdassarian e il Console dott. Aghvan Ayvazyan incontreranno le autorità e presenzieranno all’esibizione Naregatsi Folk istrumental Orchestra da Yerevan, capitale della Repubblica di Armenia. Sarà la prima volta che un Ministro in carica della Repubblica di Armenia giunge in visita ufficiale in Puglia. 
L'orchestra Naregatsi sarà per la prima volta in Italia a Tricase nell'Ambito del SIFF Salento International Film Festival. All'evento presienzeraà anche una rappresentanza della Comunità Armena di Puglia presiedurta dal Decano Rupen Timurian (Ingresso Libero).

Il giorno seguente 10 Settembre 2018 a Bari ore 17.30

L'Ambasciatrice d'Armenia in Italia
S.E. Victoria Bagdassarian
L'Ambasciatrice Straordinaria e Plenipotenziaria della Repubblica di Armenia di Italia S.E. avv. Victoria Bagdassarian e il Console dott. Aghvan Ayvazyan incontreranno le autorità, e a seguire presenzieranno all’inaugurazione del Centro Studi e Ricerche di Orientalistica e il Centro Sudi Hrand Nazariantz di Bari (Via S. Visconti, n. 20) riunitisi in un'unica realtà associativa a cura di Rupen Timurian (Decano degli Armeni di Puglia), Dario Rupen Timurian, Kegham J Boloyan, Carlo Coppola, Cosma Cafueri
L'Ambasciatrice Bagdassarian e il Console Ayvazyan saluteranno i componenti della comunità armena e i simpatizzanti della cultura armena. (Si accede per inviti).

20180907

Babken Pipoyan nuovo membro del Public Council




Il Consiglio dei Ministri del Governo Armeno, presieduto dal  Primo Ministro Nikol Pashinyan riunitosi ieri mattina ha approvato le decisioni circa la nomina dei nuovi membri del Հանրային խորհրդում (Consiglio Pubblico). 
A introdurre il progetto di ristrutturazione di questo signignificativo organismo statale, la nuova configurazione e membri del nuovo organismo governativo è stato il Primo Vice Primo Ministro della Repubblica di Armenia, dott. Ararat Mirzoyan.
La lista aggiornata dei componenti del nuovo Public Council è la seguente:

1) Vazgen Manukyan
2) Armen Ter-Tachatyan
3) Anahit Aghoyan
4) Carlos Ghazaryan:
5) Hovik Musayelyan
6) Hovhannes Hovhannisyan
7) Babken Pipoyan
8) Vardan Azatyan:
9) Harutyun Mesrobyan
10) Gagik Ginosyan
11) Narine Khachaturyan (Tukhikyan)
12) Ashot Hakobyan
13) Yurik Javadyan:
14) Arkady Ter-Tadevosyan
15) Hrant Abrahamyan.

l'ex Primo Ministro
Vazgen Manukyan
Հանրային խորհրդում (Hanrayin khorhrdum), come avviene dal marzo 2008, continuerà ad essere presieduto da Vazgen Manukyan - tra la sorpresa di qualcuno e la gattopardesca certezza di altri. Manukyan, Primo Ministro tra il 1990 e il 1991 e Ministro della Difesa tra 1992 e 1993 è il presidente dell'Unione Nazionale Democratica di Armenia. Nato a Gumry (Leninakan) 72 anni fa, Vazgen Manukyan è laureato in fisica e matematica ed è padre di 3 figli. È stato inoltre insignito dell'ordine Tigran il Grande.
Tra coloro che sono entrati a far parte del Հանրային խորհրդում (Hanrayin khorhrdum) vi è in particolare una personalità di grande esperienza, impegnata da anni nella difesa degli interessi dei cittadini. Si tratta del dott. Babken Pipoyan, fratello del nostro stimatissimo amico Davit Pipoyan tra i massimi esperti armeni di diritto e tutela agroalimentare in Armenia.
il dott. Babken Pipoyan nuovo membro del Public Council 
of Armenia
Ci congratuliamo, pertanto, con il dott. Babken Pipoyan, classe 1985, già noto al grande pubblico radiofonico e televisivo armeno per la capillare opera di informazione a tutela dei consumatori, per questo importante riconoscimento che valorizza il suo lavoro intellettuale e di pluriennale divulgazione della buone pratiche, Babken Pipoyan è, inoltre, fondatore dell'associzione "Իրազեկ և պաշտպանված սպառող", "Consumatore informato e protetto". 
Ci auguriamo che il governo armeno e - in particolare il Varjapet di tutti gli Armeni Nikol Pashinyan - inizi a prendere in considerezione e a valorizzare le eccellenze, le proposte serie e innovative, le personalità geniali che vivono e lavorano sul territorio armeno, ma anche ad ascoltare coloro che sono costretti a vivere lontani dalla Patria per poter condurre progetti di ricerca o implementare le loro capacità e competenze.

L'Armenia e "Marco Polo" alla Mostra del Cinema di Venezia

Nella foto: Darya Garekani - Presidente del comitato di progetto, Homayoun Ershadi - attore, Victoria Bagdassarian - Ambasciatrice della Repubblica di Armenia in Italia, Minas Lourian - Presidente Unione degli Armeni d'Italia, Monica Zampieri - Blue Knowlege, Antonia Arslan - scrittrice, la regista armeno-iraniana Anahid Abad.

Nell'ambito della 75° Mostra di Arte Cinematografica di Venezia è stato presentato presso l'Hotel Excelsior del Lido di Venezia il progetto "Marco Polo: Arte Musica Cinema tra Oriente e Occidente". Protagonista dell'iniziativa è stata la Blue Knowledge, associazione la cui mission è costituita dalla promozione della cultura e dell'arte, dalla ricerca e dalla informazione nel settore della salute. 
Alla presentazione erano presenti autorità locali, ma anche importanti rappresentanti della cultura e delle istituzioni Armene in Italia. Prima fra tutti l'Ambasciatrice della Repubblica di Armenia in Italia S.E. Victoria Bagdassarian, impegnata una fittissima agenda estiva serrata di incontri di pieno successo, dalla riuscita visita di Stato del Presidente Mattarella in Armenia, all'incontro con il Sindaco di Roma Virginia Raggi, al prossimo viaggio in Puglia previsto nei prossimi giorni.
All'Ambasciatrice è toccato il compito di presentare la nazione armena da Lei così degnamente rappresentata e in particolare ha accolto con entusiasmo la proposta di realizzazione del film tratto dal romanzo "La Strada di Smirne" di Antonia Arslan.

L'Assessore alla Cultura della Regione Veneto Cristiano Corazzari con l'Ambasciatrice della Repubblica di Armena Victoria Badgassarian.

Tanti e diversi sono stati gli incontri al Lido di Venezia dove l'Ambasciatrice ha rappresentato gli interessi della Sua Nazione. Ha incontrato tra gli altri l'assessore alla Cultura della Regione Veneto Cristiano Corazzari, Orietta Trevisanato presidente dell’Associazione Blue Knowledge, Paolo Piazza coordinatore del progetto “Marco Polo”, il presidente dell'Unione degli Armeni d'Italia Minas Lourian, la scrittrice Antonia Arslan, la regista armeno-iraniana Anahid Abad e l’attore Homayun Ershadi.
L'iniziativa - svoltasi il 3 settembre alle ore 19.30 presso lo Spazio Regione Veneto dell'Hotel Excelsior - nasce dall'intenzione di ripercorre un viaggio, incontrando artisti, scrittori, musicisti e poeti di due mondi. 
Orietta Trevisanato, presidente Blue Knowledge, l'Ambasciatrice della Repubblica di Armenia in Italia S.E. Victoria BagdassarianDebora Onisto Vicepresidente della Commissione Cultura Comune di Venezia.

20180905

Il Segretario Generale dell'OSCE in visita in Armenia


Il Segretario Generale dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce), Thomas Greminger è stato ieri in visita in Armenia 
A riferirlo in un twist Ministero è lo stesso Greminer riprendendo anche una nota altrettanto informale pubblicata sull'account twitter del Ministero degli Esteri della Repubblica di Armenia.
Nel corso della visita, Greminger ha incontrato il Primo Ministro (Varjapet) Nikol Pashinyan, il presidente del parlamento Ara Babloyan.


(trad. Carlo Coppola) [...] OSCE continua ad impegnarsi nell'assistere e supportare l'Armenia nell'attuazione dei suoi impegni in tutte e tre le dimensioni di sicurezza dell'OSCE. Desideriamo continuare a sostenere il popolo e le autorità dell'Armenia.

Ha inoltre aggiunto: 




(trad. Carlo Coppola) Si è tenuto un incontro produttivo con il Ministro degli Esteri Zohrab Mnatsakanyan. Sono stati discussi argomenti relativi alla cooperazione tra Armenia e OSCE opportunità di un ulteriore impegno. Il programma di cooperazione dell'Armenia è in atto per sostenere il continuo impegno dell'OSCE.



Il segreto generale OSCE ha postato anche una fotografia dell'incontro: 

Ricordiamo ai nostri lettori che il dott. Thomas Greminer è un diplomatico svizzero, nato a Lucerna. L’Ambasciatore Greminger, entrato giovanissimo nel servizio diplomatico della Repubblica Federale Elvetica, è stato nominato Segretario generale dell’OSCE nel 2017 per un mandato di tre anni. Ha conseguito un dottorato in storia presso l’Università di Zurigo e il grado di Tenente Colonnello dello Stato maggiore presso le note Forze armate elvetiche. 
Ha pubblicato numerosi saggi di storia militare, gestione dei conflitti, si è occupato di mantenimento della pace, sviluppo e i diritti umani. Di madre lingua tedesca, parla correntemente lo svizzero tedesco, l’inglese e il francese e ha anche una conoscenza operativa della lingua portoghese. 
Thomas Greminger è cresciuto ad Adliswil. Vive a Vienna ed è il padre di quattro figlie. Tra le sue personali attività vi sono la mountain bike, è inoltre appasionato di musica e di fotografia.
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: 
  • Ordnungstruppen in Zürich. Der Einsatz von Armee, Polizei und Stadtwehr, Ende November 1918 bis August 1919. Helbing & Lichtenhahn, Basel/Frankfurt a. M. 1990, ISBN 978-3-7190-1155-0 (zugleich Dissertation Universität Zürich).
  • con Peter StutzDie Felddivision 7. Rückblick auf die letzten zwei Jahrzehnte. Appenzeller Verlag, Herisau 2003, ISBN 978-3-85882-362-5.
  • Frieden: eine andere Welt ist möglich. Verlag Neue Zürcher Zeitung, Zürich 2003.
  • Am selben Strick in der Friedenspolitik. In: Schweiz global. Das Magazin des Departements für auswärtige Angelegenheiten (EDA), Ausgabe 2/2003, S. 14–15.
  • con Raphael NägeliDen Frieden nachhaltig sichern. In: ASMZ – Sicherheit Schweiz: Allgemeine Schweizerische Militärzeitschrift. Heft 7/8, 2006.
  • Streitkräfte und zivile Akteure in komplexen multilateralen Friedensoperationen. In: Military Power. Revue der Schweizer Armee. Nr. 1, 2007, S. 6–17.
  • AGORA: Human Security – Origins, Power and Potential in Times of Crisis, Considering Ukraine. In: Manfred Nowak und Ursula Werther-Pietsch (Hrsg.): All Human Rights For All. Vienna Guidebook on Peaceful and Inclusive Societies. NWV, Wien 2014, ISBN 978-3-7083-0853-1.
  • Vocational Skills Development. Begrüssungsansprache zum Tag der DEZA vor dem 2. Internationalen Kongress über Vocational Education and Training. Winterthur, 20. Juni 2016.

20180904

Naregatsi Orchestra dall'Armenia a Tricase per la serata di chiusura del SIFF 2018

dalla Direzione del SIFF (Salento International Film Festival) riceviamo e pubblichiamo:


NAREGATSI ORCHESTRA DALL'ARMENIA A TRICASE PER LA SERATA DI CHIUSURA DEL SIFF 2018


Il 9 settembre a Tricase in Piazza Pisanelli alle 20.30 la NAREGATSI FOLK ISTRUMENTAL ORCHESTRA da Yerevan, capitale della Repubblica di Armenia, sarà per la prima volta in Italia a Tricase nell'Ambito del SIFF Salento International Film Festival. L'Orchestra Naregatsi si ispira alla millenaria eredità culturale Armenia attraverso la musica, proponendosi come ponte tra passato e presente per coltivare il futuro. Aspira ad essere un ambasciatore culturale e a promuovere la conservazione e lo sviluppo del Cultura nazionale armena.


L'Ensemble Naregatsi è stato ristrutturato e ribattezzato Naregatsi Folk Instruments Orchestra nel gennaio 2016. Attualmente l'Orchestra è composta da 31 giovani musicisti professionisti.
Per l'occasione, così particolare, sarà a Tricase in vista ufficiale, sua prima visita ufficiale in Italia dal suo insediamento, il Ministro della Cultura della Repubblica di Armenia prof.ssa Lilit Makunts accompagnata dall'Ambasciatrice Straordinaria e Plenipotenziaria della Repubblica di Armenia di Italia S.E. avv. Victoria Bagdassarian e il Console dott. Aghvan Ayvazyan.

Ministro della Cultura della Repubblica d'Armenia Lilit Makunts

Dopo il recente incontro in patria con il Presidente Mattarella, l’attuale Ministro della Cultura della Repubblica d’Armenia Lilit Makunts sarà in visita ufficiale a Tricase Sabato 8 e Domenica 9 Settembre. Per la sua prima visita in Italia dall’insediamento, il Ministro ha scelto il Salento International Film Festival e in particolare la serata di chiusura della 15° Edizione del SIFF, che vedrà esibirsi l’Orchestra Armena “Naregatsi Folk Instruments” composta da 30 giovani elementi.  Il Salento Int'l Film Festival fa da 3 anni tappa in Armenia presso il Naregatsi Art Institute. Questa istituzione si preoccupa di far si che il SIFF di Yerevan sia sempre un evento di significativa portata culturale e grazie alla ampia copertura mediatica  crea promozione non solo per il SIFF ma anche per la Città di Tricase ed il Salento tutto. 
Con la presenza del Ministro della Cultura a Tricase e al SIFF, accompagnato dall'Ambasciatrice Straordinaria e Plenipotenziaria S.E. Victoria Bagdassarian e dal Console dott. Aghvan Ayvazyan, è nostra intenzione e desiderio continuare a sviluppare questa amicizia con la Città di Tricase e il SIFF a livello ufficiale per promuovere futuri scambi culturali tra territori entrambi ricchi di storia e di tradizioni.


Tricase -Piazza Pisanelli ore 20:30

Ingresso libero | Disponibili posti a sedere fino ad esaurimento

Per informazioni: 3273844320
_____________________________

Lectio Magistralis del Ministro degli Esteri Zohrab Mnatsakanyan all’Università Statale di Yerevan

il Ministro degli Esteri S. E. Zohrab Mnatsakanyan

Il 3 settembre, il Ministro degli esteri armeno Zohrab Mnatsakanyan, come da tradizione, ha fatto visita all’Università Statale di Yerevan in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Accademico e ha tenuto una lectio magistralis davanti agli studenti e ai docenti del Dipartimento dei Rapporti Internazionali.
Il Ministro, dando il benvenuto ai presenti in occasione dell’inizio del nuovo Anno Accademico, ha augurato il pieno successo nell’acquisizione di nuove conoscenze e nello sviluppo professionale.
Ha, inoltre, presentato agli studenti i principali orientamenti e le priorità della politica estera della Repubblica d’Armenia, soffermandosi sul coinvolgimento dell’Armenia nei vari processi internazionali, sia di carattere bilaterale che multilaterale.
Il Ministro Mnatsakanyan ha affermato che spesso si prova a definire la politica estera dell'Armenia con certi termini e categorie impropri: ha precisato che la politica estera dell’Armenia può essere definita Armenocentrica, poiché ha l’Armenia come punto focale delle sue attività in corso.
Parlando dell’orientamento globale dell’agenda della politica estera, il Ministro degli Esteri ha fatto notare che l’Armenia è anche tra i paesi all'avanguardia nella lotta per la prevenzione dei genocidi e crimini contro l’umanità, sottolineando che questo problema cruciale non dovrebbe essere riservato ad un solo stato o ad un gruppo di stati; ha ribadito come esso richieda il contributo, gli strumenti e le capacità di tutta la comunità internazionale.
Riferendosi all’importanza e ai lavori preparatori del Summit della Francofonia, che si terrà a Yerevan a novembre, il Ministro Mnatsakanyan ha sottolineato che nella storia della terza Repubblica d’Armenia il suddetto Summit non ha precedenti, e che l'Armenia resta fedele all’impegno di organizzarlo ad alto livello.
Zohrab Mnatsakanyan ha, inoltre, presentato agli studenti del Dipartimento dei Rapporti Internazionali dell’Università Statale di Yerevan le linee guida delle autorità armene alla questione della risoluzione esclusivamente pacifica del conflitto del Nagorno-Karabakh, evidenziando che per l’Armenia la sicurezza e lo status dell'Artsakh sono tra le priorità.
Al termine dell’incontro il Ministro Mnatsakanyan ha risposto alle domande degli studenti sulla politica estera dell’Armenia, con particolare riguardo al servizio diplomatico.

https://www.mfa.am/.../pre.../2018/09/03/fm_ysu_lecture/8458 traduzione dall'originale armeno a cura del prof.