Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2015

Corsi di Lingua Armena a Bari / "Սովորե՛նք Հայերեն" ծրագիր

La Comunità Armena di Bari organizza corsi di Lingua Armena per vari livelli e per tutte le età con insegnanti qualificati e di Madre Lingua.  I Corsi prenderanno il via il 10 e 11 gennaio. 
Per informazioni sugli orari e sui costi contattare: comunitaarmenadibari@gmail.com

Conferenza e Tradizioni culturali armene alla Cantina di Cianna Cianne

Riceviamo e pubblichiamo la notizia di questo interessante evento che avrà luogo a Bari il 17 dicembre 2015. Non ce ne vogliano altri:
L'antica cantina di Cianna Cianne informa la gentile clientela che il il giorno 17/12/2015 organizza "A TAVOLA CON GLI ARMENI" un viaggio nella cultura di questo fantastico popolo, ricco di musica e poesia, con degustazione di piatti tipici armeni

Per INFO contattare 
Tel. 080/5289382 - Cell.333/7669107.

Liturgia in Rito Armeno per la prima volta San Miniato al Monte (Firenze)

Nell'anno del centenario del Genocidio del Popolo Armeno un altro grande evento ha visto protagonista la Chiesa Armena in Italia. Questa mattina Sabato 7 novembre 2015 alle ore le 11:30, si è svolta una liturgia in rito armeno officiata dal Vardapet Hayr TovmaKhachtryan presso la basilica di San Miniato al Miniato di Firenze. L'eccezionalità dell'evento riguarda il fatto che San Miniato con molta probabilità fu di origine armena, come vuole la tradizione che lo considera Rex Erminie, e mai nella storia dalla costruzione della basilica, si era svolta in essa una celebrazione del rito della lingua probabilmente parlata dal santo.
Alla celebrazione hanno preso parte armeni provenienti da varie parti del centro Italia con le loro famiglie ed in particolare il presidente della comunità armena di BolognaVostan Andriassian, lo scultore Vighen Avetis, il soprano AgnessaGyurdzyan, il ristoratore Vardan Levoni Babayan proprietario della Braceria Ararat, unico ristorante armeno della …

Assisi, inaugurato Khachkar Armeno

Lunedì 2 novembre nella Chiesa Superiore alla Santa Messa delle 17.00 sono stati ricordati in particolare i defunti del Genocidio degli Armeno in occasione del centenario dei terribili fatti. Alla celebrazione partecipa anche l’Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia, S.E. Sargis Ghazaryan, accompagnato dal Console Onorario di Russia nelle Marche, prof. Armando Ginesi, e dal prof. Baykar Sivazlyan, presidente dell'Unione degli Armeni d'Italia. A conclusione della Messa, sul sagrato della Chiesa superiore è stato scoperto e benedetto un Khachkar, la tipica “croce di pietra” che la fede dei cristiani d’Armenia ha eretto fin dall’antichità a lode di Dio e a memoria per l’uomo, alla cerimonia ha preso parte il rettore spirituale degli Armeni Apostolici d'Italia, padre Tovma Khachatryan. La stele è stata donata dal dott. Artur Hakopyan a nome del Governo della Repubblica d’Armenia come simbolo di perenne memoria del popolo armeno. Prima e dopo la benedizione della stele,…

Padova un incontro su Hrand Nazariantz e la presenza Armena in Italia

l'Associazione PugliesiPadova in Collaborazione con Italia-Armenia
presenta 
Venerdì 20 novembre 2015 alle ore 18:30 
presso il Centro Universitario Padovano via Zabarella, 82 - Padova


HRAND NAZARIANTZ:                   Nor Arax e Gli Armeni in Puglia

l'incontro vedrà la partecipazione di  

Vartan Giacomelli  (Associazione Italia-Armenia di Padova)
Cosma Cafueri e Carlo Coppola (Centro Studi Hrand Nazariantz - Bari)

Il Conservatorio Piccinni di Bari dedica un Concerto a Hrand Nazariantz

Venerdì 6 novembre 2015 alle ore 18
Sala 310​
Conservatorio "Niccolò Piccinni" di Bari

via Cifarelli 26, 70124 Bari



HRAND NAZARIANTZ
un poeta armeno a Bari


Produzione del Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari
CONCERTO

programma:
Rosalba Lamacchia
Armenia, per Flauto, Clarinetto, Wind Chimes, Tamburo, e Violoncello
Vittorio Manfredi Polvere d’Hayastan, per Flauto, Clarinetto, Violino e Violoncello
Dominga Giannone Hope, per Flauto, Clarinetto, Violino e Violoncello
Diego Pugliese Tonale e un quarto, per Soprano, Clarinetto, Violino, Violoncello e Glockenspiel
Alberto Signorile Armenian Song, per Violino e Violoncello
Hadi Kadkhodazadeharani Alla tavola di Bacco, per Flauto, Clarinetto, Violoncello e Tamburello
Selim Maharez Nenia, per Soprano, Clarinetto, Wind Chimes, Grancassa, Piatti e Violoncello
Luigi Capuano

Sabato 18 ottobre - La Vidua Vidue ricorda il popolo Armeno

Sabato 17 ottobre 2015 alle ore 18,00, nella Sala Murat, in piazza Ferrarese, a Bari  Rupen Timurian, Kegham Boloyan, Cosma Cafueri, Carlo Coppola parleranno alcuni aspetti del Genocidio Armeno per ricordare alla cittadinanza barese, e non solo, la presenza antica e moderna del meraviglioso popolo dell'Ararat nel capoluogo pugliese. Come è noto una comunità armena abitava a Bari già da alcuni secoli quando avvennero i fatti dell'anno 1004. Durante l'assedio la comunità armena si rese protagonista di atti di eroismo, contribuendo alla tenacemente alla resistenza.  In seguito il popolo barese avrebbe accolto a sua volta quello armeno in fuga dai tragici dalle stragi della Turchia e dall'incendio di Smirne. All'inizio degli anni Venti del XX secolo fu, infatti, a Bari giunsero dai campi profughi della Crocerossa della Grecia, svariate circa 300 persone, a più ondate. Accolte dapprima nella fabbrica dell'ingegner Lorenzo Valerio in Contrada Graziamonte, furono poi …

Cittadini italiani sgraditi a Baku: ecco la blacklist

Questa sera l'Italia del Calcio professionistico giocherà a Baku, capitale della Repubblica Azera, una decisiva partita per la qualificazione alle prossime competizioni mondiali.  La questione, come sempre accade quando si ha a che fare con stati dittatoriali o con oligarchie post-sovietiche, è estremamente delicata e va ben oltre le congiunture sportive.  Infatti il governo Azero, noto fra i tanti, per le accuse di non rispettare i diritti umani, civili, politici, è anche accusato da più parti di controllare o influenzare indirettamente la stampa ed altri organismi internazionali attraverso la nota politica del petrolio e del caviale (quello Azero a detta di molti esperti sarebbe di qualità inferiore a quello russo e iraniano). Si tratterebbe di regalie e sovvenzioni di vario genere e a vario titolo a personaggi importanti e opinion leader, professori universitari, politici e giornalisti. Ciò sarebbe condotto per ingraziarsi l'opinione pubblica mondiale nei confronti dei noti c…

Riceviamo e Pubblichiamo - Patarag di Komitas a Mola di Bari

Orfeo Futuro - Rete dei Festival di Musica d'Arte PATARAGNel centenario del genocidio armenoEnsemble Florilegium Vocis
direttore Sabino Manzo
Sabato 3 ottobre, ore 21.00
Castello Angioino - MOLA DI BARI Ancora un’occasione per ascoltare le musica di Padre Komitas, il religioso-compositore vissuto a cavallo tra il XIX ed il XX secolo che sfuggì al genocidio degli armeni di cent’anni fa, ricorrenza alla quale la rete Orfeo Futuro sostenuta da Puglia Sounds sta dedicando un ciclo di appuntamenti e iniziative.
Sabato 3 ottobre, alle ore 21, il concerto Patarag, protagonista l’Ensemble Florilegium Vocis diretto da Sabino Manzo, si terrà nel Castello Angioino di Mola di Bari per la terza edizione di Oriente Occidente, il festival diretto dallo stesso Manzo e inserito in Orfeo Futuro (biglietti euro 5, ridotti euro 3 - info 340.4039545 oppure 339.3347692).
Poco si sa della musica degli armeni, popolo travagliato e noto alle cronache sopra…

Րուրի - Ruri (ninna nanna armena da Sassun)

Րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,
Րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,

Րուրիկ ըսիմ դու րուրենաս, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,
Շատ պստիկիս բարով մեծնաս, րուրի, րուրի, րուրի, լաո:

Րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,
Րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,

Քո օրորոց շամի փետեն, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,
Քո բոխչաներ խութեր խումաշ, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,

Րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,
Րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,

Հարավ քամին տանի բերի, րուրի, րուրի, լաո,
Վիրուն թող գա զքեզ ծիծ տա, րուրի, րուրի, լաո,

Րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, լաո,
Րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, րուրի, լաո:

L’ARMENIA ALL’ARENA DI VERONA IL 29 SETTEMBRE - Rinviato

Martedì 29 settembre alle ore 21.00 all’Arena di Verona va in scena - in prima mondiale - Amen Project. Realizzato in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Armena in Italia, patrocinato dal Ministero dei Beni Culturali della Repubblica d’Armenia e dal Comune di Verona, è un grande evento che celebra il popolo armeno e la sua storia. Artisti internazionali, con musica, parole e danza, ripercorrono le tappe fondamentali della grande epopea armena: lotte, fede cristiana, passione e cultura. Amen Project è questo: uno straordinario viaggio che porta gli spettatori – dalle origini sino ai nostri giorni - nel cuore del popolo armeno, in terra d’Armenia e in tutti i luoghi del mondo raggiunti dalla diaspora. Amen Project non è solo una magnifica rappresentazione: è la prova che secoli di ingiustizie non hanno mai impedito agli armeni di continuare a vivere e creare. È la rinascita, il futuro di una civiltà. Atto unico della durata di 1h e 40 minuti, Amen Project si avvale della dire…

«Bam, vorotan» «Բամ, փորոտան» tradotto da Vasken Berberian

«Pam Vorotan» o «Bam, vorotan» Versi: Ghevond Alishan, musica: Komitas traduzione di Vasken Berberian




Բա՛մբ որոտան, բարձուստ բամբիւնք յԱյրարատեան դաշտն ի վայր, Արի արանց արիւնք յեռանդ առատանան ի հրազայր. Հրաւէր հայրենեաց հռչակի ՚նդհանուր, Հոգիք Հայկազանց բորբոքին ի հուր. Որք երկնաւորին պսակին էք կարօտ, Որք երկնաւորին փառաց երկնայորդ.

Հապ՚օ՜ն արի արանց մանկունք, Հայրենավրէժքըդ Հայկաաազունք, Հապ՚օ՜ն ի զէն գունդագունդ Յեռեալ ի պար թունդ ի թունդ. Ի զէն, ի վրէ՛ժ, օ՜ն անդր յառաջ, Ի զէ՛ն, ի վրէ՛ժ, մի ձախ մի աջ.

Օ՛ն անդր յառաջ, Մի՛ ձախ մի՛ աջ. Օ՜ն անդր յառաջ, Յառա՜ջ, յառա՜ջ, Հապ՚օ՜ն յառաջ։
 ::::::





Possenti voci tuonano dai cieli e scendono sulle pianure di Ararat Il sangue patriottico di uomini arditi è colmo di ira bollente che trabocca. Avanti! Sempre in avanti! li incita Gli spiriti dei nostri figli sorgono nel fuoco Coloro che aspirano agli allori del Padre Celeste Coloro che aspirano alla gloria del Padre Celeste Affrettatevi! Figli di nostri uomini valorosi, Figli di Haik, vendicatori della Pa…

Repubblica d'Armenia: buon lavoro al neoministro Arpine Hovhannisyan

Il 4 settembre 2015 l'onorevole dott.ssa Arpine Hovhannisyan è stata nominata Ministro della Giustizia della Repubblica di Armenia.  Nata nel dicembre 1983 la Signora Ministro si è distinta negli anni scorsi come una delle più brillanti giovani laureate in Giurisprudenza della Repubblica.  Laureatasi nel 2004, ha acquisito il Master in Scienze Giuridiche due anni dopo, presso la Yerevan State University.  Dal 2003 al 2006 è stata inoltre Specialista della Divisione delle Riforme del Servizio Esecutivo Penale delle Riforme Giudiziarie del Ministero della Giustizia della Repubblica di Armenia.  Tra il 2008 e il 2011 è stata Consigliere Parlamentare e Presidenziale.  Il 6 maggio 2012 è stata eletto deputato del Partito Repubblicano d'Armenia.  Al nuovo Ministro auguriamo di continuare a mettere a disposizione della Repubblica d'Armenia le proprie brillanti competenze - come ha dimostrato di saper fare in passato - al fine di realizzare un sistema giudiziario e penale che faccia fro…

Complimenti a Mark Moogalian eroe per caso

Il Centro Studi Hrand Nazariantz di Bari  si congratula con 
il prof.Mark Moogalian


Per aver ricevuto la Legion d'Onore dal Presidente della Repubblica Francese Francois Hollande per il coraggio dimostrato durante le concitate fasi dell'attentato ad un treno in Francia della scorsa settimana.  Mark Moogalian è di cittadinanza americana e più precisamente è nato in Virginia, insegna inglese alla Paris-Sorbonne University ed è un artista ma il suo cognome, ed anche in parte i suoi tratti somatici, tradiscono una origine armena.  Il professor Moogalian, è stato inoltre ferito ad un ginocchio nella colluttazione con l'attentatore. Formuliamo a lui i più fervidi auguri di una pronta guarigione.

Khatchig Kouyoumjan (Sayegh) è diventato Prete

Negli anni scorsi - almeno dal 2010 - ho avuto modo di avere tra gli amici di Facebook un simpatico ragazzo, studente e seminarista presso il Pontificio Collegio Armeno di Roma, Khatchig Kouyoumjan (Sayegh). Lui non è più in Facebook da un po' e ora lo sento per email. Il Suo nome mi appariva allora alquanto impronunciabile e ancora qualche volta ho dubbi sulla pronunciata corretta perché ancora nella traslitterazione dall'armeno il suono di quella KHA e di quel TCH non mi sono del tutto chiari.
Le nostre lingue europee stentano a riconosce nella fonesi taluni suoni simili a R, ma che R non sono. Così venivano fuori parole strane simili a Ragig o Cakik incomprensibili, peraltro, all'ascoltatore armeno che ribatteva Խաչիկ è un nome così lineare. Ma linguistica da bar a parte, voglio condividere la gioia dell'ordinazione sacerdotale di un amico, tale lo sento, dotato a mio parere e nonostante il suo atteggiamento sempre modesto e parco, di un naturale carisma comunicativo,…