lunedì 25 aprile 2016

25 Aprile 2016: La liberazione


Questo soldato ufficiale volontario sul Carso si chiamava Alfredo Violante. Era un giornalista. A lui dedichiamo il presente anniversario della Liberazione, non solo dal Nazismo, ma da tutte le oppressioni morali e civili che attanagliano gli esseri umani. 
Morì nel Campo di concentramento di Mauthausen il 24 aprile 1945
Era amico di Hrand Nazariantz e sostenne la causa armena fin dal 1915... a lui e ad Umberto Zanotti Bianco stava a cuore la libertà dei popoli e il crollo degli imperi centrali... sconfitti sul campo e demoliti dalla storia.
La liberazione non significa solo un fatto storico, spesso vituperato dall'idiozia della politica contemporanea, ma uno stato d'animo. Sollevarsi dall'oppressione di qualunque parte... senza frontiere o distinzioni.