sabato 16 luglio 2016

Lettura semiseria: "Torna a Casa Recy(p)" e la pantomima del Golpe da Operetta

Recy(p) dittatorello turco risale nei sondaggi
Europa e US: "Noi ti vogliamo Bene!"

Presto scopriremo che nella tragedia di più di sessanta morti è tutto un bluff stato un bluff: "Trucchia: Golpe ovvero ennesimo trucco per restare in sella? O per fugare i dubbi su #Nizza? No per avere più #haststag su #twitter." Voleva solo diventare il re di Twitter in Turchia e per questo ne chiudeva l'accesso agli altri chiudeva agli altri.
Il Dittatore è tornato più forte che mai, col consenso dell'Europa che ha appena fatto ferire a Nizza. Recy è tanto forte tanto forte da far dubitare che realmente nessuno sia responsabile del Colpo di Stato, se non egli stesso. Motivo: attirare pietisticamente i consensi dell'Europa come unico tutore dell'ordine nel paese. Alla sua richiesta di avere carta bianca, lo stesso Totò avrebbe risposto: "E ci si pulisca il culo!". Ma l'Europa si cala le brache e glielo pulisce lei, con la lingua...
Recy(p), il piccolo dittatore, ora promette e minaccia di fare epurazioni nell'esercito, unica parte dello Stato che era sfuggita al suo perverso controllo, alla politica di alleanze basate su matrimoni dinastici, trasmutazione dei mezzi di comunicazione in megafoni del suo potere, che si autorigenera grazie ad un sistema di complessa rete di autofinanziamento.
 
Sembrava voler chiedere asilo politico alla Germania, che a suo dire non lo avrebbe fatto atterrare, ma molti sono i dubbi sul fatto che la richiesta di atterraggio dell'area presidenziale turco sia realmente pervenuta alle autorità tedesche. 
 
 
Subito dopo la richiesta sarebbe stata inoltrata ai Sauditi, compagni di merende e di ISIS, del nostro Recy(p) dittatorello turco, nel frattempo la situazione di sarebbe risolta, mentre la scarsa diplomazia europea stava alla finestra a capire come comportarsi. 
 
L'America già temeva per la distruzione delle basi aeree anti-ISIS...pardon anti-curdi, pardon anti-yezidi. Quante bugie nel teatrino della politica in cui il sultanino continua a muoversi leggiadro e scivolando sul velluto della credulità e dell'intolleranza. 
Possiede tanti mezzi di comunicazione per far credere a chiunque ciò che vuole, blocca Facebook e Twitter in nome di Allah, ma non si sa per quale strana ragione non blocca FaceTime di Apple, con cui comunica falsamente concitato, e cerca ancora una volta, di mandare il suo popolo al massacro chiedendo che difenda la sua satrapia antidemocratica e immorale contro la deriva militarista. Diciamo pure che sembra un film, un film italiano degli anni '70 a dire il vero bruttino ma molto divertente di quelli che si facevano  per ridere e riflettere: "Vogliamo i Colonnelli" era la parodia del tentativo di Golpe promosso dal Principe Iunio Valerio Borghese.