Cerca nel blog

Centro Studi Hrand Nazariantz

il Blog del "Centro Studi Hrand Nazariantz" intende essere un motivo di incontro per appassionati e ammiratori dell'intellettuale armeno Hrand Nazariantz (Uskudar 1886 ? - Bari 1962) nel rispetto degli Scopi sociali del medesimo Centro Studi "Hrand Nazariantz":
1) diffondere la conscenza della figura e dell'opera di Hrand Nazariantz
2) ampliare la conoscenza della cultura letteraria, artistica, musicale del Vicino Oriente Europeo e Asiatico.

info: centrostudihrandnazariantz@gmail.com

Translate

sabato 2 agosto 2014

Il Silenzio di Pelesjan un Film di Pietro Marcello


Voglio dedicare il primo post del mese di Agosto ad uno straordinario documentario del regista Pietro Marcello che ha dedicato al regista Artavazd Ašotovič Pelešjan (in armeno: Արտավազդ Փելեշյան, in russo: Артавазд Ашотович Пелешян).






IL DOCUMENTARIO dal titolo IL SILENZIO DI Pelešjan merita di essere visto perché ben rappresenta l'uomo e il resta Pelesjan, il suo mondo di realismo sfuggente alle dinamiche di parte e in grado di conferire immense suggestioni. 

Pietro Marcello ha saputo emozionare e farsi emozionare da questo straordinario maestro, ne ha restituito i silenzi e gli afflati lirici, il volto e la maschera esaltando le maschere da lui stesso create ed esaltate. L'Armenia e la Russia che non ci sono più, vengono presentate in chiave oggettiva, e allo spettatore resta il compito di coglierne i frutti dell'odierna situazione esaltando in rapporto tra le due realtà i fattori di Decadenza, non perché la "decenza è bella", come recita Carmelo Bene nel film Claro di Glauber Rocha, ma perché la forma  degli uomini rende effimera la Storia in cui essi si sono formati e creati, e fa di essi giganti e immortali esempi per le future generazioni. 

Per esaltarvi vi affido al link del documentario tratto dal sito RAI, non so quanto tempo resterà attivo, ma vale certamente la pena guardarlo:

http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#v=395975&vd=2014-07-28&vc=3

Per conoscere meglio Artavazd Pelešjan rimandiamo al suo sito in lingua italiana http://www.artavazdpelechian.it